Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Podio doppio misto AssolutoDopo quattro anni consecutivi di successi di Marco Rech Daldosso (Aeronautica Militare) e Chiara Colantoni (Tennistavolo Castel Goffredo), la gara del doppio misto ai Campionati Italiani Assoluti di Terni ha una nuova coppia vincitrice.

È andato a buon fine il corteggiamento di Paolo Bisi (Cral Comune di Roma) e Debora Vivarelli (Centro Sportivo Esercito), che dopo due argenti e altrettanti bronzi negli ultimi cinque anni, hanno finalmente conquistato il titolo, battendo in finale per 3-2, in rimonta da 0-2 (8-11, 9-11, 11-3, 13-11, 11-9) Daniele Pinto (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre) e Le Thi Hong Loan (Tennistavolo Castel Goffredo).

In finale Pinto e Loan sono stati avanti per 4-2, sono stati raggiunti (4-4), sono nuovamente scappati 6-4) e sono stati ripresi e superati da Bisi e Vivarelli (8-6). Ancora parità a quota 8, poi Pinto e Loan al doppio set-point (10-8), che chiudono subito, grazie a una palla in rete di Vivarelli.

Nel secondo set i primi cinque punti sono stati tutti a favore di Pinto e Loan e i successivi tre di Bisi e Vivarelli, che sono anche risaliti a -2 (7-5) Un top di diritto e un block di rovescio di Pinto sono valsi il 9-5. Un paio di errori di Loan hanno rimesso in gioco gli avversari, ma Bisi ha sbagliato il servizio, concedendo tre palle per chiudere. Le prime due se ne sono andate, la terza è stata concretizzata da Pinto (11-9).

Il modenese e la bolzanina sono partiti bene nel terzo set (4-0) e hanno ampliato il margine, concludendo agevolmente sull’11-3. Un bellissimo punto di Vivarelli ha inaugurato la quarta frazione, che è proseguita sul filo dell’equilibrio (7-7). Un altro grande punto di Debora per l’8-7 e un rovescio lungo di Pinto sono sembrati spianare la strada al quinto set, invece un break di 3-0 per Pinto e Loan hanno propiziato il primo match-point (10-9), annullato da Vivarelli. Bisi si è procurato un set-point (11-10) neutralizzato da Pinto. Ancora una palla utile per i due rimontanti e un diritto out di Pinto ha concesso il 2-2 (13-11).

Alla “bella” Pinto e Loan sono risaliti da 0-2 a 4-2 e Vivarelli ha ricucito il gap (4-4). Sul 6-6 Pinto ha conquistato due punti, Bisi ha ridotto le distanze e Vivarelli ha reimpattato (8-8). Debora ha spinto il diritto per il 9-8 e Loan ha pareggiato. Servizio vincente di Bisi per il match-point ed è stato ancora il modenese a mettere sul tavolo l’ultima palla (11-9), prima di alzare la braccia e cingere la sua compagna tricolore.

Bisi e Vivarelli negli ottavi hanno eliminato per 3-0 (11-4, 11-4, 11-1) Matteo Gualdi (Tennistavolo Villa d’Oro Modena) e Arianna Barani (Anspi Tennistavolo Cortemaggiore), nei quarti per 3-1 (11-7, 11-7, 9-11, 11-5) Leonardo Mutti (Aeronautica Militare) e Katja Milic (Sportni Krozek Kras) e in semifinale per 3-1 (11-5, 11-7, 7-11, 11-4), appunto, Rech Daldosso e Colantoni, teste di serie numero 1. Nella finale dello scorso anno a Riccione non era bastato trovarsi avanti per 2-0 e 10-8, per evitare la sconfitta al quinto, questa volta è andata molto meglio.

Pinto, al suo secondo argento, dopo quello nel doppio maschile di seconda, e Loan hanno prevalso per 3-1 (11-9, 5-11, 11-4, 11-5) su Marco Sinigaglia (Tennistavolo Villa d’Oro Modena) e Martina Nino (Tennistavolo Torino), per 3-0 (11-1, 11-6, 11-6) su Antonino Amato (Top Spin Messina) e Veronica Mosconi (Tennistavolo Vallecamonica) e nel penultimo turno per 3-2 (11-5, 12-14, 7-11, 11-9, 11-7)sui fratelli Jordy Piccolin (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre) e Giorgia Piccolin (Anspi Tennistavolo Cortemaggiore), numeri 2 del seeding.