Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

La presentazione del match a squadre miste contro la GermaniaL'Italia si è imposta per 2-1 sulla Germania, avversaria per tradizione molto ostica, nel terzo match di qualificazione della competizione a squadre miste dei Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires. Si è classificata seconda nel Gruppo D, ottenendo l'accesso agli ottavi di finale del tabellone, in programma domani alle ore 15 e alle 16,30. I ragazzi guidati in panchina dal tecnico Giuseppe Del Rosso hanno messo al sicuro il successo con i due singolari.

In quello femminile Jamila Laurenti ha affrontato Franziska Schreiner, da lei già battuta nel torneo individuale, e si è ripetuta, affermandosi per 3-0 (15-13, 11-6, 11-8). Nel primo set la tedesca è andata in testa (2-4) e l'azzurra ha recuperato e pareggiato le sorti (4-4). È poi passata a condurre (8-6) e ha subìto un break di 4-0 (8-10)- Laurenti ha annullato i due set-point e anche i tre successivi e, sul 14-13, ha sfruttato la prima chance a suo favore.

Nel secondo parziale dal 3-2 la reatina ha messo il turbo, salendo 6-2 e poi 9-3. Sul 10-5, ha concretizzato la seconda palla set. Nella terza frazione Jamila è volata sul 5-1 ed è stata rimontata (7-5). Dal 9-6 la Schreiner ha operato l'ultimo tentativo di rientro (9-8), gli ultimi due punti sono però stati dell'italiana.

Nella sfida fra i ragazzi Matteo Mutti ha superato in rimonta per 3-2 (7-11, 11-6, 8-11, 11-9, 11-5) Cedric Meissner. Nel primo parziale l'azzurro ha dovuto inseguire (3-6) e non è mai riuscito ad avvicinarsi. Nel secondo il mantovano ha invece assunto il comando ed è scappato via (9-3), procurandosi quattro set-point (10-6) e chiudendo al primo.

La terza frazione ha visto nuovamente in fuga Meissner (1-4), che ha allungato (2-7). Mutti ha ridotto le distanze (5-7), ma è stato ristaccato (5-9) e sul (7-10) ha ceduto al secondo set-point. Nel quarto parziale si è lottato punto a punto fino al 4-4, prima che il lombardo acquisisse un piccolo margine (6-4) e riuscisse a mantenerlo fino ai set-point (10-8) e alla conclusione di misura.

Il doppio misto contro i tedeschiAlla "bella" Matteo ha cambiato campo sul 5-3 e ha ampliato il vantaggio (8-4), calando cinque match-point e capitalizzando il primo. Giochi fatti, dunque, e il doppio, vinto dai teutonici per 3-0 (11-8, 13-11, 11-6) è servito solo per dare la veste definitiva al risultato.  

«Jamila nel primo singolare - racconta il tecnico Del Rosso - è stata molto brava in un primo set complicato a portarlo a casa, poi ha trovato la quadra e nei due parziali successivi non ha più sofferto. Matteo all'inizio era troppo contratto e rispondeva male ai servizi del tedesco, che tatticamente giocava in modo giusto. Nel secondo set è riuscito a farcela, anche perché Meissner ha sbagliato troppo in avvio. Negli ultimi due si è sbloccato e si è espresso agli stessi livelli di ieri contro Wang Chuqin. Bene così, perché il doppio misto, se fosse contato qualcosa, sarebbe stato un punto impegnativo».

La Cina ha terminato al primo posto, dopo lo scontato 3-0 sulla Nigeria, frutto del 3-0 (11-4, 11-1, 11-5) di Sun Yingsha su Esther Oribamise, del 3-0 (11-3, 11-7, 11-5) di Wang Chuqin su Azeez Solanke e del 3-0 (11-6, 11-7, 11-3) del doppio misto.