Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Puppo Andrea 2Non è bastato un vantaggio di 3-0 ad Andrea Puppo, per concludere con una vittoria il Top 10 Europeo Giovanile fra i cadetti. Il francese Fabio Rakotoarimanana ha infatti recuperato e per la quarta volta a Vila Real l'azzurro ha dovuto ingoiare una sconfitta per 4-3 (11-9, 11-5, 13-11, 5-11, 12-14, 9-11, 9-11), dopo aver visto volare via due match-point. 

Puppo ha messo in carniere un primo set molto lottato (11-9) e nel secondo è partito bene (3-0). Il transalpino ha ridotto il gap (5-4), ma il genovese si è riportato a distanza (9-4) e ha messo in fila ben cinque set-point (10-5), conquistando subito il 2-0.

Il ligure ha continuato a guidare in apertura di terza frazione (4-2) e Rakotoarimanana ha replicato (4-4). Si è proseguito in parallelo fino al 9-9, poi l'italiano non ha sfruttato due set-point, mentre il terzo gli è stato propizio.

Al ritorno al tavolo, il galletto ha preso le redini del quarto parziale (3-1), si è ritrovato l'azzurro in scia (6-5) e, con un break di 4-0, si è procurato cinque palle di chiusura, accorciando le distanze.

La quinta frazione ha rivisto Rakotoarimanana al comando (5-3) e Puppo è riuscito a impattare (5-5). Sul 9-9 è salito al match-point, annullato come il successivo sul 12-11. Il transalpino non ha approfittato del primo set-point sull'11-10, ma il secondo, sul 13-12, gli ha dato il successo.

L'azzurro aveva l'avversario con il fiato sul collo e non è riuscito ad arginarlo. Nel sesto parziale ha sempre inseguito e al secondo set-point Rakotoarimanana ha completato la rimonta.

Ormai l'inerzia della sfida era passata dalla sua parte e il francese ha dominato l'avvio della frazione decisiva (6-0). Sull'orlo della sconfitta, Puppo ha operato una grande rimonta e dall'1-7 ha addirittura superato l'avversario (8-7). Sul più bello, però, Rakotoarimanana ha ritrovato lucidità e gli ultimi punti sono stati i suoi.         

La Francia ha festeggiato anche l'ultimo 4-2 di Myshaal Sabhi sul polacco Maciej Kubik, che ha fruttato la medaglia d'oro. Hanno chiuso bene anche il croato Ivor Ban, con il 4-2 sul portoghese David Bessa, il belga Adrien Rassenfosse, con il 4-1 sul tedesco Mike Hollo, e lo spagnolo Arnau Pons, con il 4-0 sul ceco Simon Belik.

In classifica, alle spalle di Sabhi, con 17 punti, si sono piazzati Ban (17) secondo, Kubik (15) terzo, Rakotoarimanana (15) quarto, Rassenfosse (14) quinto, Hollo (13) sesto, Pons (12) settimo, Belik (12) ottavo, Puppo (11) nono e Bessa (9) decimo.

Francesi sugli scudi anche fra le cadette, con Prithika Pavade che ha terminato imbattuta (18), precedendo la russa Elizabet Abraamian (17) seconda, la romena Elena Zaharia (15) terza, la tedesca Sophia Klee (14) quarta, la russa Arina Slautina (13) quinta, la lituana Kornelija Riliskyte (13) sesta, la croata Hana Arapovic (12) settima, la serba Radmila Tominjak (12) ottava, la gallese Anna Hursey (12) nona e la portoghese Ines Matos (9) decima.