Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Dimitrij Ovtcharov e Chen Meng numeri uno al mondoLe notizie erano già note e le classifiche di gennaio 2018 le hanno solo ufficializzate. Dimitrij Ovtcharov e Chen Meng sono i nuovi numeri uno al mondo. A portare il tedesco in testa al ranking maschile sono stati i successi conquistati al Top 16 Europeo, nella World Cup e nei World Tour di Bulgaria, Cina, Germania e India, cui si sono sommati la finale raggiunta alle Grand Finals e il quarto turno ai Campionati Mondiali di Düsseldorf. Il nuovo sistema di calcolo, infatti, è basato sugli otto migliori risultati ottenuti nei 12 mesi precedenti.

Alle spalle di Ovtcharov ci sono il cinese Fan Zhendong, che lo ha battuto nell'atto conclusivo delle Grand Finals di Astana, e l'altro teutonico Timo Boll. L'ex capofila Ma Long, campione olimpico e iridato in carica, è sceso al settimo posto, preceduto anche dai connazionali Lin Gaoyuan e Xu Xin e dal giapponese Koki Niwa. La Top 10 è completata dall'hongkonghese Wong Chun Ting (8). dal francese Simon Gauzy (9) e dal nipponico Kenta Matsudaira (10).

Al n. 11 c'è il 14enne fenomeno Tomokazu Harimoto. Il bielorusso Vladimir Samsonov è retrocesso in 25ª posizione e il cinese Zhang Jike in 54ª. L'Africa per la prima volta presenta due atleti nei primi 20: l'egiziano Omar Assar al n. 16 e il nigeriano Quadri Aruna al n. 20.

Sul fronte italiano Mihai Bobocica è n. 133, mentre Marco Rech Daldosso ha migliorato molto il suo best ranking (146), sopravanzando Niagol Stoyanov (181) e Leonardo Mutti (275).

Fra le donne la cinese Chen Meng è arrivata sul tetto del mondo, capitalizzando i successi alle Grand Finals e precedentemente nei World Tour di Qatar, Australia e Germania e la finale in Giappone. Seconda piazza per l'ex regina Zhu Yuling e terza per la singaporeana Feng Tianwei, davanti a un terzetto di giapponesi, composto da Kasumi Ishikawa (4), Mima Ito (5) e Miu Hirano (6).

Nelle prime dieci anche la taipeana Cheng I-Ching (7), la cinese Wang Manyu (8), l'hongkonghese Doo Hoi Kem (9) e la cinese Chen Xingtong (10). La campionessa olimpica e mondiale Ding Ning è 21ª e l'ex iridata Liu Shiwen 24ª. La prima europea è l'olandese Li Jie (n. 14), seguita dall'ungherese Georgina Pota (20), dall'austriaca Sofia Polcanova (22), dalla tedesca Shan Xiaona (23), dalla svedese Matilda Ekholm (25) e dalla romena Elizabeta Samara (26).

In ambito azzurro grande balzo di Giorgia Piccolin, che da n. 225 è diventata n. 99, suo best ranking in carriera, e di Debora Vivarelli (da 246 a 113, suo miglior piazzamento). In crescita anche Chiara Colantoni (da 327 a 241). Jamila Laurenti è n. 376.