Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Villaggio Sport4earth 2017 orizzDa domani a martedì 25 aprile il Galoppatoio di Villa Borghese, a Roma, ospiterà il Villaggio Sport4Earth nell’ambito del “Villaggio per la Terra”, organizzato da Earth Day Italia per celebrare con moltissime iniziative la Giornata Mondiale della Terra, che interessa fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo.

Sarà presente anche la FITeT, che ha delegato l'organizzazione al Comitato Regionale del Lazio, presieduto da Domenico Scatena, in collaborazione con la società Cral Comune di Roma. Saranno allestite tre aree di gioco non coperte, presidiate da tecnici e volontari, che saranno a disposizione di tutti i presenti che vorranno provare a giocare. Ci sarà anche un gazebo, una sorta di Info point, per fornire informazioni sulla pratica del nostro sport e sulle società laziali operative sul territorio. Verranno organizzati dei minitornei, coinvolgendo il pubblico, e i premi per i vincitori saranno dei gadget federali. Il giorno 24 alle ore 16,30 Paolo Bisi, Nicola Di Fiore e Federico Pavan, atleti del Cral Comune di Roma, svolgeranno un'esibizione.
Il Villaggio Sport4Earth prende il nome dalla omonima campagna lanciata due anni fa da Earth Day Italia in collaborazione con il Pontificio Consiglio della Cultura e il CONI, ed è uno dei temi principali dell’edizione 2017.

Con il sostegno del CONI, del CIP e di molte Federazioni Sportive Nazionali per cinque giorni il Galoppatoio di Villa Borghese ospiterà un susseguirsi di manifestazioni sportive (tornei, dimostrazioni, corsi gratuiti) e iniziative di cultura sportiva. Centrale anche la presenza dei Gruppi Sportivi delle Forze Armate. La pratica (arricchita da stand informativi, per accogliere i visitatori) sarà aperta a tutti, genitori e figli, appassionati e semplici curiosi: perché lo sport, come la terra, è di tutti. E per tutti.

La Giornata della Terra (la cui istituzione l'ONU ha stabilito nel 22 aprile) è stata promossa per primo dal presidente americano John Fitzgerald Kennedy ed ha avuto l’abbrivio nel 1970, per iniziativa del senatore democratico Gaylord Nelson. L’Italia, in relazione a questo tema, è tra i paesi più attivi e coinvolti, grazie proprio al lavoro di Earth Day Italia, il principale partner dell’Earth Day Network di Washington nel nostro paese. E l’edizione passata (2016) ha visto la partecipazione (a sorpresa) anche di Sua Santità Papa Francesco, che proprio a Villa Borghese ha voluto portare la propria, solidale, testimonianza ambientale.

La manifestazione si svolge per il quarto anno consecutivo a Roma. Da tre anni, in particolare, al Galoppatoio di Villa Borghese, al quale, in questa edizione, si aggiunge lo splendido scenario del Pincio. «L’idea del Villaggio – sostiene Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day Italia - è quella di dare vita a tante piazze su cui ognuno, tra istituzioni, imprese, associazioni e cittadini, possa portare esperienza e contributi utili alla creazione di una coscienza ambientale. Lo sport è infatti cultura e fairplay, salute e benessere, aggregazione e multirazzialità, ma anche rispetto di quell’ambiente in cui spesso l’atleta e/o le squadre esercitano la propria attività; seguiti da tanti appassionati».

Durante i 5 giorni della manifestazione, le piazze del villaggio, oltre alla parte sportiva, saranno animate da concerti e spettacoli. Sono in programma inoltre incontri tematici e attività per ragazzi, con al centro un grande protagonista, la coscienza ambientale.