Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Franco Bisi 2Ha lasciato un segno nel mondo della cultura e dello sport. È scomparso all'età di 97 anni Franco Bisi, capostipite di una famiglia che ha dato e sta dando ancora molte soddisfazioni al tennistavolo italiano. Era stato professore e preside di scuola media e a Modena era un personaggio noto nell'ambiente culturale, molto apprezzato come poeta dialettale.

Sul fronte pongistico era stato il fondatore e il presidente della storica società modenese negli anni '70 e '80, che allora si chiamava Z2, nella quale sono cresciuti i suoi figli.

Guido, Francesco e Giovanni hanno scritto pagine importanti nel grande libro del nostro sport e il quarto, Alessandro, è ancora in attività in serie B2. Anche la sorella Silvia si è segnalata soprattutto a livello giovanile. Giovanni e Guido sono stati perni della Nazionale, il primo ha partecipato a sei edizioni dei Mondiali e il secondo a quelli del 1973 a Sarajevo e del 1975 a Calcutta.  

Francesco è stato anche allenatore del club modenese e dal 1977 al 1979 coach della Nazionale, guidando gli azzurri agli Europei del '78 a Duisburg e ai Mondiali del '79 a Pyongyang, con Giovanni in campo. L'onore dei Bisi è ora tenuto alto dal nipote Paolo, che è già stato numero 1 d'Italia e oggi è al terzo posto del ranking tricolore.

Il presidente Renato De Napoli, il Consiglio Federale e il movimento del tennistavolo sono vicini con affetto alla "famiglia ping pong", come è stata ribattezzata.

I funerali si svolgeranno sabato alle ore 9 nella chiesa parrocchiale di San Francesco a Modena.