Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

In merito alla precedente comunicazione inerente le modalità di attuazione nelle manifestazioni FITeT  degli obblighi in tema di defibrillatori semiautomatici (DAE) previsti dal "Decreto Balduzzi" e dai successivi interventi legislativi, viste le numerose richieste di chiarimento pervenute nel merito e alla luce degli approfondimenti intercorsi, fatto salvo quanto già comunicato, s'intende specificare quanto segue:

  1. l'addetto all'utilizzo del defibrillatore può essere qualsiasi persona debitamente formata, tesserata o non tesserata, che stazioni all'interno dell'impianto di gioco per l'intera durata della manifestazione, ivi inclusi, dunque, giocatori, tecnici, ufficiali di gara o facenti funzione.
  2. la presenza sul campo di gioco  di un Medico abilitato alla professione e iscritto all’Ordine dei Medici il quale assuma su di sé  la responsabilità del primo soccorso e anche  dell'eventuale uso del defibrillatore è sufficiente a soddisfare l'obbligo di personale "laico" non sanitario in quanto prestazione assistenziale di livello superiore a quanto previsto nel decreto. Tale considerazione vale anche per la presenza di un'ambulanza o di un auto medica  dotata di defibrillatore e medici/paramedici/soccorritori.
  3.        le verifiche inerenti la sussistenza dei requisiti (dotazione e personale formato) spettano  esclusivamente al Giudice Arbitro o facente funzioni.

Defibrillatore semiautomatico